/  Hanno scelto Infomail

Centro Universitario Ricerche e Infomail

Con Infomail testiamo l’interesse reale dei prospect attraverso i feedback di apertura. CUR, Centro Universitario Ricerche di Roma, è un istituto di ricerche dedicato al monitoraggio e all’analisi degli stakeholders presenti sui diversi mercati commerciali.

Il CUR per fornire alle aziende partner un supporto scientifico per lo sviluppo e la revisione dei processi strategici e operativi si è specializzato nell’utilizzo di due strumenti di ricerca pratici e particolarmente efficaci:
analisi della Web Reputation, misurata attraverso la registrazione e l’analisi di tutte le discussioni e gli articoli pubblicati sui principali blog, webzine, newsgroup e forum della Rete.

Analisi della Reputazione presso i Punti Vendita, realizzata attraverso una rete di 3.000 intervistatori, che osservano dalla prospettiva del cliente le dinamiche di vendita dei vari prodotti e servizi.

I due strumenti vengono utilizzati in sinergia per la creazione di una serie di Osservatori statistici di settore: elettronica di consumo, telecomunicazioni, automotive, utility e sistema bancario.

A giugno 2008 l’Osservatorio dedicato all’elettronica di consumo è stato promosso attraverso una serie di strumenti di comunicazione tra loro incrociati.

Il summary della ricerca, dopo essere stato trasmesso dal nostro ufficio stampa a tutti i principali operatori media presenti sul web (blog e webzine che trattano elettronica di consumo), è stato inviato tramite mailing cartaceo e digitale ad un database contenente le anagrafiche di tutti i responsabili marketing delle aziende del settore. Per tale invio è stato ovviamente utilizzato Infomail.

Sfruttando i feedback di apertura del mailing digitale, che Infomail offre, è stata poi ottimizzata una campagna di telemarketing orientata verso i prospect che hanno mostrato interesse per l’iniziativa (gli utenti che hanno aperto la mail e scaricato il summary della ricerca).
Tra i plus dell’utilizzo del mailing digitale con Infomail, oltre a quello principale relativo alla possibilità di testare l’interesse reale dei prospect attraverso i feedback di apertura:

  • la possibilità di inviare documenti (nel nostro caso i summary) difficilmente divulgabili (per numero di pagine) con un’operazione cartacea
  • la possibilità di evitare i lunghi (e decisamente poco strategici) tempi di stampa e postalizzazione tipici dei mailing cartacei.