/  Come fare per...

Come personalizzare gli allegati nelle email

Newsletter personalizzate?
Con Infomail è possibile personalizzare in maniera veloce e automatica tutte le comunicazioni. È sufficiente che all’interno della lista vengano inseriti il nome e cognome degli utenti e, generando semplicemente un codice, il sistema sarà in grado di associare a ogni utente i propri dati personali.

E se volessimo personalizzare anche gli allegati, magari differenziandoli per categorie?

Niente di più facile! Supponiamo di voler fare una campagna promozionale e di voler allegare alla comunicazione un bonus promozionale realizzato in .pdf o in .jpg, in cui compaia il nome di ciascun utente.

Esempio: Allegato personalizzato

PERSONALIZZA_untitled-1-copy

 

Se allegassimo questo file, tutti riceverebbero un buono sconto intestato a Mario Rossi! Dobbiamo quindi, come prima cosa, trovare un pò di tempo libero per creare diversi file, intestando correttamente la comunicazione ai nostri utenti. È importante dare il giusto nome a tutti i file: per evitare confusioni sarebbe meglio utilizzare il nome dell’utente a cui l’allegato si riferisce (rossi.jpeg/.pdf, verdi.jpeg/.pdf etc…)

Una volta fatto questo bisogna caricare gli allegati all’interno di Infomail, in MODULI-ALLEGATI.

Ora creiamo una nuova lista di indirizzi. Apriamo Excel e realizziamo un file con 4 colonne che contengano i seguenti campi: NOME-COGNOME-EMAIL-ALLEGATO. Per ogni utente inseriamo nel campo allegato il nome del file ad esso corrispondente.

Esempio: colonna Allegati

PERSONALIZZA_untitled-21

 

Ora inseriamo la lista su Infomail tramite la modalità Copia e Incolla da Excel o Inserimento tramite file CSV. I campi NOME, COGNOME, EMAIL sono obbligatori, pertanto verranno importati automaticamente dal sistema. Per il campo ALLEGATO invece, ci viene chiesto se è necessario importarlo e, nel caso, quale debba essere la modalità di inserimento. Scegliamo, tra le varie opzioni, TESTO LIBERO.

 

PERSONALIZZA_untitled-31

 

Verifichiamo adesso quale sia il link specifico per ogni allegato. Andiamo su MODULI-ALLEGATI, posizioniamo il cursore sul nome dell’allegato, clicchiamo sul tasto destro e selezioniamo Proprietà. Noteremo che tutti i link hanno in comune la prima parte del link (in nero), che determina il loro posizionamento, mentre l’ultima parte (in rosso), associata al nome del file, è variabile.

http://mailing2.infomail.it/go/attachments/files/R4LFM0CVXOJ9B5X4P04W/upload_files//bianchi.jpeg

http://mailing2.infomail.it/go/attachments/files/R4LFM0CVXOJ9B5X4P04W/upload_files//rossi.jpeg

http://mailing2.infomail.it/go/attachments/files/R4LFM0CVXOJ9B5X4P04W/upload_files//verdi.jpeg

Questa osservazione è importante per effettuare una corretta procedura di inserimento del link. Copiamo ora, su un qualsiasi file di testo (notepad, word), il link invariabile (in nero), che ci servirà in un secondo momento.

Ora possiamo dedicarci alla realizzazione della comunicazione. Scegliamo in quale punto dell’email deve essere posizionato il link che consente di scaricare l’allegato e stabiliamo se questo debba essere associato ad una immagine o ad una parte di testo. Per prima cosa dobbiamo personalizzare l’inserimento del link, in modo che Infomail associ, ad ogni utente, l’allegato ad esso corrispondente: questo è possibile grazie alla funzione di personalizzazione.

Posizioniamoci con il cursore su un punto qualsiasi dell’email, clicchiamo sul tasto Personalizza ed inseriamo il nome del campo di nostro interesse alla sezione CAMPI AGGIUNTIVI.

Verrà inserito all’interno della email un codice (esempio #allegato#): questo corrisponde alla parte variabile del link (quella identificata precedentemente nel link dell’allegato con il colore rosso). Copiamo il codice, eliminiamolo dall’email ed inseriamolo alla fine del link invariabile che abbiamo copiato in precedenza.

http://mailing2.infomail.it/go/attachments/files/R4LFM0CVXOJ9B5X4P04W/upload_files//#allegato#

Selezioniamo la foto o il testo su cui sarà possibile scaricare l’allegato e clicchiamo sul tasto INSERISCI LINK: inseriamo il link generato dall’unione della parte invariabile e di quella variabile. In questo modo, tutti i contatti riceveranno l’allegato associato al loro indirizzo email.