/  Email Marketing

Come creare e inviare newsletter con Infomail

Creare e inviare newsletter con Infomail. 10 utili consigli

Di seguito alcuni utili consigli per creare e inviare le tue newsletter con Infomail. Segui passo a passo i 10 punti, vedrai come sarà facile dar vita a una comunicazione efficace e avere elevati tassi di apertura delle mail che invierai.

1. Per lavorare alle tue newsletter su Infomail, utilizza Google Chrome o Mozilla Firefox: sono i browser più veloce e performanti.

2. Scegli fra gli oltre 170 template di Infomail quello che più si addice ai contenuti che dovrai inserire: i template sono facilmente modificabili, ma se li trasformi troppo rischiano di rovinarsi. Meglio quindi adattare i contenuti al modello scelto, e non viceversa.

3. Se utilizzi i Template Standard di Infomail, inserisci i testi e le immagini negli spazi indicati. Non è necessario completare tutti gli spazi: l’email avrà comunque una corretta visualizzazione. Tieni presente che scegliendo il layout solo testo non è possibile inserire nessun parametro html, e quindi neanche un link.

4. Organizza i testi delle tue newsletter prima di inserirli su Infomail: se hai i testi su Microsoft Word, prima di copiarli sull’editor della piattaforma, copiali sul Blocco Note: rimuoverai tutti i tag di Word che potrebbero creare degli errori di visualizzazione nell’email.

5. Inserisci un paragrafo per ogni messaggio che vuoi trasmettere: 500 caratteri sono sufficienti per dare una notizia o fornire indicazioni su un nuovo prodotto, un nuovo servizio. I template di Infomail ti aiutano nell’individuare la giusta lunghezza.

6. Scegli con cura le immagini e prima di caricarle dai loro le giuste dimensioni: immagini stirate o sgranate, perché troppo piccole, danno una pessima impressione, così come le immagini che occupano tutto lo schermo. I template di Infomail indicano chiaramente le dimensioni da dare a ciascuna immagine.

7. Gli allegati non sono fisicamente inseriti nelle email, ma possono essere inseriti solo come link: le newsletter in questa maniera risultano meno pesanti e più facilmente leggibili.

8. Non tutti i client di posta scaricano in automatico le immagini: provider come Gmail, Tiscali, Alice richiedono lo scaricamento manuale delle immagini. È una politica specifica di ciascun client di posta.

9. Effettua alcuni test prima dell’invio definitivo della tua newsletter: controlla sempre la correttezza e la leggibilità dei testi, dei link e delle immagini. Eventualmente importa nella lista UTENTI DI TEST alcuni indirizzi email con domini diversi: in questo modo potrai verificare la correttezza nella visualizzazione nei vari client di posta. Ogni client di posta, infatti, ha una visualizzazione particolare.

10. Infine, ricorda che il link per la deiscrizione è obbligatorio, pertanto non può essere in alcun modo rimosso dalle email e deve essere sempre ben visibile nel basso della comunicazione.