Perché è indispensabile avere una strategia di email marketing

7 idee per creare email e newsletter irresistibili

L’uso di email e newsletter integrato nella strategia di marketing può rivelarsi molto efficace, ma per ottenere risultati importanti è indispensabile creare contenuti di qualità, accattivanti e persuasivi.

Se infatti un messaggio email curato nei dettagli può rappresentare un potente strumento di conversione, un testo scritto in maniera poco professionale può infastidire il lettore e generare cancellazioni dalla mailing list o segnalazioni di spam.

Bisogna quindi prestare particolare attenzione alle parole e inviare contenuti che il destinatario possa ritenere di valore, ma come fare? Molte aziende affidano il lavoro di redazione a copywriter professionisti, ma per chi volesse cimentarsi nell’arte della scrittura ecco 7 preziosi suggerimenti per realizzare email e newsletter efficaci.

 

1. Usa un tono informale

Si può essere professionali senza per questo risultare troppo rigidi nel linguaggio. Un tono amichevole e informale aiuta il lettore ad affrontare il testo in maniera più rilassata e a sentirsi più vicino. Le esperienza professionali e le informazioni interessanti per il destinatario possono essere condivise con un linguaggio simile a quello che si utilizzerebbe per spiegare il proprio lavoro a un amico. Spesso alcuni scrittori di fama dicono che un testo ben scritto è quello ritenuto comprensibile anche da un bambino, evidenziando la necessità di un linguaggio semplice e di un tono conversazionale.

 

2. Promuovi notizie virali

Le notizie presentano lo svantaggio di avere una certa volatilità. Un argomento attuale adesso potrebbe essere superato nel giro di qualche giorno o addirittura di qualche ora. Per questo i contenuti che si fondano sulle news del momento vanno utilizzati con una certa parsimonia, ma non bisogna rinunciare ad essi. Cavalcare le notizie soprattutto quelle virali, e le onde emotive del momento servirà a comunicare ai lettori l’idea che ‘si è sul pezzo’ e si è in grado di fornire commenti, idee e soluzioni su un tema che è considerato di assoluta attualità.

 

3. Un po’ di poesia rende più piacevole la lettura

Ammettiamolo: un testo accattivante, divertente e arricchito di qualche virtuosismo è sempre più piacevole di un brano informativo e asettico. Non è necessario esagerare nella ricerca dei termini, nell’umorismo o nella produzione di rime, ma sarà sufficiente qualche gioco di parole e comunque utilizzare qualche trucco per attirare l’attenzione. Una frase in rima o l’uso di allitterazioni, sono, ad esempio, mezzi per rompere la monotonia della lettura.

Bisogna però dare a questo aspetto la giusta priorità. Se un’idea arriva spontaneamente e risulta appropriata al contesto sarà bene utilizzarla, ma se dovesse svilire il messaggio in favore della simpatia è meglio evitarne l’uso.

Email marketing: prova Infomail

4. Racconta storie

In termini tecnici si chiama storytelling e di fatto il suo uso è da sempre molto ampio nell’ambito delle comunicazioni. Che si voglia promuovere un prodotto, un servizio o un personaggio è sempre una buona idea quella di creare una storia che ne supporti il valore. Molte persone di fama mondiale sono accompagnate da una storia che caratterizza la loro vita e la loro ragione di essere ciò che rappresentano. Analogamente la sponsorizzazione di prodotti passa attraverso pubblicità volte a creare una storia intorno a quanto viene proposto. Anche le email possono essere arricchite da storie. Si può evidenziare come qualcuno sia riuscito a risolvere un problema grazie all’uso di un prodotto o di un servizio ma anche narrare esperienze professionali del proprio settore come aneddoti e storie.

 

5. Rendi il messaggio personale

Nell’email marketing è importante creare email e newsletter da persone reali per persone reali. Molto utile è  impostare il testo in modo informale e utilizzare il ‘tu’ per rivolgersi all’interlocutore. L’email è infatti qualcosa di personale e nella redazione del testo è utile tenere a mente che bisogna scrivere come se ci si rivolgesse ad un amico rendendo così il testo più accessibile e portando la comunicazione a un livello più ‘intimo’.

 

6. Sintesi e semplicità

La lettura di un’email o newsletter richiede tempo e spesso avviene in condizioni non ottimali. Oggi può capitare che le persone aprano la loro casella di posta elettronica mentre sono in autobus o perfino in bagno. Hanno pochi istanti per decidere se un contenuto è interessante e proseguire nella lettura o chiudere e passare oltre. Per questo è importante essere sintetici ed efficaci.

Vuoi mettere in pratica queste indicazioni?

Registrati subito a Infomail, per te 500 invii omaggio e il nostro supporto telefonico dedicato.

 

7. Invita sempre all’azione

Lo scopo di un’email commerciale non è mai quello di restare lettera morta, ma deve produrre delle conseguenze. Il ricevente deve essere spinto a un passo successivo. Quale debba essere questo passo dipende dalla fase della relazione che si è stabilita con il destinatario. In principio può essere l’invito a visionare un nuovo contenuto o l’iscrizione a un servizio di prova, in un secondo momento si può proporre un codice sconto da utilizzare in tempi rapidi o di aderire a un’offerta dedicata. In ogni caso è importante che al termine dell’email il lettore sia chiamato ad agire con una Call to Action ben studiata, e, se lo farà, si potrà ritenere che il testo scritto è stato efficace.

Ti è piaciuto questo articolo?

Resta aggiornato, iscriviti alla newsletter settimanale!