Come e perché creare un blog per la tua azienda

Come e perché creare un blog per la tua azienda

Avere un blog è davvero importante per la maggior parte delle attività imprenditoriali, specialmente quando si parla di piccole imprese. Questo strumento contribuisce alla creazione di una relazione di fiducia con il target di riferimento e porta numerosi vantaggi in termini di visibilità e autorevolezza.

Se anche tu stai lavorando alla tua strategia di email marketing e marketing digitale, non perderti questo articolo e scoprirai come e perché avere un blog può essere decisivo per fare crescere il tuo business.

 

Tutti i vantaggi di avere un blog per la tua impresa

Stai studiando attentamente le tue prossime campagne di email marketing e ti stai chiedendo come aumentarne l’impatto verso il tuo pubblico in termini di autorevolezza e valore percepito?
Questo articolo fa decisamente per te.

Nelle prossime righe vedremo, infatti, come la creazione di un blog aziendale sia assolutamente complementare ad una strategia di email marketing e come sia in grado di migliorare la relazione con il tuo pubblico.

Ecco, in tre punti, perché è importante creare un blog per la tua azienda:

 

1. È ideale come strumento complementare all’email marketing

Creare contenuti per il blog aziendale ti permetterà di inviare periodicamente una newsletter a tutti gli iscritti alla mailing list, per condividere con loro i nuovi post e coltivare una relazione basata sulla fiducia.

Secondo alcuni dati pubblicati su Huffington Post, la potenzialità di questa azione sinergica è chiara, se si pensa che 6 acquirenti su 10 effettua acquisti grazie a raccomandazioni provenienti proprio dai blog aziendali.

Oltre a rappresentare un ottimo escamotage per la condivisione di contenuti e la coltivazione di relazioni positive con il target di riferimento, il blog offre una risorsa ulteriore davvero importante, ovvero permette di veicolare contenuti di valore, essenziali per affermarti come autorevole esperto agli occhi dei tuoi potenziali acquirenti.

 

2. Aumenta il traffico diretto al tuo sito web

Un blog attivo aumenta le probabilità che il tuo sito web venga intercettato dai motori di ricerca e che i potenziali clienti possano trovarti facilmente, andando a fondo nella conoscenza delle tue competenze e acquisendo fiducia nella tua azienda.

Più il blog sarà curato e aggiornato e più Google ti premierà, migliorando il tuo posizionamento in SERP, grazie ai suoi sofisticati algoritmi matematici, finalizzati all’indicizzazione dei nuovi contenuti.

Per avere un’idea ancora più concreta del potere di un blog rispetto alla reputazione online di un brand, basta pensare che – secondo una ricerca di Hubspot – questo canale è in grado di attirare il 55% di visitatori in più su un sito aziendale.

WordPress, la più famosa piattaforma software di blogging, ha dichiarato inoltre che sono circa 409 milioni le persone al mondo che mensilmente leggono dei blog.

 

3. È utile per la tua strategia social

Dare vita ad una strategia di marketing trasversale e complementare sui differenti canali online può dare un grande valore aggiunto, in quanto aumenta la portata della comunicazione e i punti di contatto tra i potenziali clienti e il tuo brand.

Avere dei contenuti provenienti dal blog da condividere sui social network ti permetterà di tenere attivi i tuoi canali da un lato e di attirare ancora più persone sul tuo sito dall’altro.

 

Email marketing: prova Infomail

 

Come avviare un blog sul tuo sito web: obiettivi e strategie

Nelle righe precedenti, abbiamo analizzato tutti i vantaggi di una strategia di marketing digitale che includa la creazione di un blog.

Ti starai chiedendo ora come avviare questo canale a partire dal tuo sito aziendale. In questo paragrafo, vedremo proprio quali sono le indicazioni principali per dare vita al tuo blog aziendale.

Partiamo dal presupposto che, con ottime probabilità, per avviare un blog sul tuo sito sarà sufficiente attivare la funzione dedicata. Se stai usando WordPress, infatti, o altri software simili, troverai una funzione predisposta integrata. Sarà sufficiente dare un’occhiata alla dashboard per capire come attivarlo. Una volta abilitato, sarà il momento di iniziare a pensare ai contenuti, identificando gli argomenti sulla base di obiettivi chiari e in linea con la tua attività e la tua strategia di marketing.

 

◼️ Identifica i tuoi obiettivi

Quando dai il via al tuo blog aziendale è necessario non lasciare nulla al caso. Basti pensare che potrebbe rappresentare il primo punto di contatto con un potenziale cliente. Da qui, l’esigenza di individuare il giusto tone of voice, che sia coerente con il tipo di target al quale ti rivolgi, con la relazione che desideri instaurare e – naturalmente – con il tipo di business trattato.

Preferisci quindi un tono caldo e cordiale? O una modalità espositiva più autorevole e professionale? Queste decisioni non sono dettagli, bensì la base di un sistema di comunicazione coerente, in grado di trasmettere fiducia nel lettore.

 

◼️ Organizza il lavoro di stesura, aggiornamento e pubblicazione

Se la tua azienda si avvale di un team, dovrai definire il classico e indispensabile “chi fa cosa”: questo passaggio è importante per creare un flusso di lavoro che contempli un minimo di pianificazione strategica e organizzazione delle risorse. Questo sarà alla base del successo del tuo blog!

 

◼️ Crea una strategia legata ai contenuti

Per definire i contenuti del tuo blog aziendale è indispensabile analizzare gli interessi della tua platea di riferimento. Rilevare le preferenze richiede un lavoro meticoloso ma necessario, si può iniziare dal prendere nota di tutte le domande e le richieste di approfondimento che i clienti in genere ti fanno, confrontandole con le chiavi di ricerca più utilizzate secondo Google, relativamente al tuo segmento di mercato, e con i trend topic delle riviste di settore online.

Avere un quadro completo di ciò che la gente cerca maggiormente ti darà informazioni preziosissime per la determinazione dei contenuti da pubblicare sul tuo blog.

Sarà questo il momento in cui potrai dedicarti con il tuo team alla scrittura di articoli interessanti e di valore, che contengano un minimo di 600 parole e che richiamino il tone of voice precedentemente individuato. Più i tuoi articoli si mostreranno completi e approfonditi rispetto ad un determinato argomento e più riscontri avrai sia dai motori di ricerca, sia dai tuoi lettori.

Vuoi mettere in pratica queste indicazioni?

Registrati subito a Infomail, per te 500 invii omaggio e il nostro supporto telefonico dedicato.

 

Sei pronto a lanciare il tuo blog aziendale?

Segui le linee guida che abbiamo appena visto insieme e sfrutta questo prezioso canale, ti accorgerai presto di quanto sia uno dei migliori investimenti per la crescita della tua attività, specialmente se utilizzato in sinergia con un’ottima strategia di email marketing.

Ti è piaciuto questo articolo?

Resta aggiornato, iscriviti alla newsletter settimanale!