/  Email Marketing

Mobile marketing, come cambiano le abitudini di acquisto in Italia

In un mondo sempre più digitalizzato, dove il mercato è trainato dai Millennials, la generazione che sfrutta a pieno i dispositivi mobile per i propri acquisti, diventa fondamentale pianificare una strategia di mobile marketing che tenga in forte considerazione gli strumenti utilizzati dai consumatori.

Nel caso di una campagna di email marketing che sia realmente efficace, prediligeremo quindi l’utilizzo di email responsivemodulabili e flessibili, che sappiano adattarsi a ogni dispositivo e raggiungere così il maggior numero di destinatari.

 


L’era del mobile

 

Entro il 2020, 5,5 miliardi di utenti nel mondo, ovvero circa il 70% della popolazione a livello globale, saranno connessi a dispositivi mobili.
Queste le previsioni per il prossimo quinquennio, pubblicate da Cisco e contenuto nel Visual Networking Index 2016.

I dati parlano chiaro: l’accesso al web verrà effettuato soprattutto in mobilità.

Nel 2015 il traffico dati su mobile è cresciuto del 74% rispetto al 2014, sono stati acquistati 563 milioni di nuovi apparecchi e la velocità di navigazione è aumentata del 20%.
Entro i prossimi 5 anni, circa l’81% del traffico mobile sarà generato da smartphone e “phablets“, dispositivi “ibridi” che combinano caratteristiche di smartphone e tablet.

 


Le abitudini di consumo degli italiani? Sempre più mobile oriented

 

“La multicanalità è sempre più mobile, e gli Italiani sempre più eShoppers”.

Riprendendo un articolo pubblicato da Nielsen, possiamo sintetizzare così i risultati dell’indagine dell’Osservatorio Multicanalità 2016 il progetto di ricerca condotto da Nielsen, School of Management del Politecnico di Milano e Connexia, che si è tenuto il 23 giugno Milano e che da anni studia l’evoluzione delle abitudini del consumatore multicanale in Italia.

I dati mostrano non solo un forte aumento degli utenti connessi quotidianamente, ma rivelano soprattutto un notevole incremento nell’utilizzo dei dispositivi mobile come smartphone e tablet, strumenti che hanno determinato un cambio delle abitudini degli italiani.

Si parla infatti di generazione “Always on”, costantemente connessa e raggiungibile, che richiede un accesso immediato alle informazioni.
A fronte di un tempo medio di permanenza online giornaliero di circa 2 ore, 1h45 al giorno è il tempo di fruizione su mobile: l’accesso al web in mobilità aumenta infatti di 21 punti rispetto al 2012.

Cambiano quindi i dispositivi scelti per la navigazione: se, per l’accesso al web, diminuisce l’uso del PC (-15 p.p. rispetto al 2012), crescono gli utenti che preferiscono il tablet (+14 p.p. rispetto al 2012) ma soprattutto lo smartphone.
Questi ultimi, che rappresentano il 63% degli Internet Users, sono aumentati del 43% rispetto al 2012.

connessione-e-mobilita

 

Che l’accesso tramite mobile sia in continua crescita è riportato anche da Sundar Pichai, amministratore delegato di Google.

A Maggio del 2015, in occasione del Google I/O, ha infatti annunciato che il 75% degli utilizzatori di GMAIL (900 milioni nel 2015 contro i 425 milioni del 2012) accede al proprio account tramite dispositivi mobile.

Se i consumatori italiani utilizzano preferibilmente uno smartphone per accedere al web e sono connessi quotidianamente, come sono cambiate le loro abitudini di acquisto?

I dati riportano una crescita degli acquisti online del 43% rispetto al 2012 ed evidenziano che il 65% degli internet Users possono essere inseriti nella categoria degli eShoppers: consumatori che utilizzano il web non solo per ottenere informazioni sui prodotti, ma anche per acquistare. Il 34% peraltro, effettua acquisti con cadenza mensile.

ecommerce