/  Email Marketing

4 cause del fallimento di una campagna di email marketing

Impostare una campagna di email marketing è un’operazione semplice se si utilizzano gli strumenti adeguati. Richiede certamente una buona conoscenza del target di riferimento ed una chiara individuazione dell’obiettivo che si vuole raggiungere. Di seguito 4 cause che determinano il fallimento di una campagna di email marketing.

Contenuti e grafica stantii. Sforzati di essere creativo e di comunicare ciò che proponi in modo originale e con un po’ di brio senza essere troppo eccessivo, ma neanche ostinatamente sobrio. Un guizzo comunicativo, oltre ai soliti schemi, è spesso apprezzato, soprattutto se si tratta di una newsletter inviata periodicamente. Se hai un po’ di risorse investi nello sviluppo creativo.

Non dai il giusto valore ai tuoi contatti. Ogni indirizzo email ha un suo costo. È finito nella tua lista in seguito alle tue strategie di comunicazione ed è una perla preziosa da custodire gelosamente, un potenziale strumento di crescita. Non è invidiabile quella situazione in cui un utente scrive male di te sui forum o nei vari blog di settore. “Coccola” i tuoi indirizzi email nel tentativo di tenerli il più a lungo possibile all’interno delle tue liste.

Non hai ben capito cosa è l’email marketing. Ti sfuggono tutti quei passaggi che portano un’email ad essere un vero e proprio strumento di business. Inviare un’email testuale tramite un normale client di posta non equivale a fare email marketing.

Non utilizzi adeguatamente le statistiche di invio. Analizzare le metriche degli invii precedenti ti fornisce degli elementi imperdibili per migliorare la tua campagna di email marketing. Scoprirai ad esempio che molti utenti leggono l’email pochi secondi dopo il tuo invio. Probabilmente tali utenti hanno accesso alla casella di posta elettronica direttamente nel proprio ufficio o utilizzano smartphone e tablet: su questi dovresti puntare.15