Email marketing e strategie psicologiche per aumentare i clic

Email marketing e strategie psicologiche per aumentare i clic

Spesso, nonostante si abbia la certezza di aver applicato al meglio tutte le regole principali per lo sviluppo di una buona campagna di email marketing, i risultati si fanno attendere.

Sicuramente, sarà capitato anche a te di rilevare dei dati sotto le aspettative, nonostante la grande cura riposta nel creare l’oggetto delle tue email, un design accattivante e dei testi ben scritti.

In questo articolo, parleremo di un aspetto altrettanto fondamentale per la buona riuscita di una campagna di email marketing: la psicologia.

Non perdere i prossimi paragrafi, per scoprire i 5 consigli più utili al fine di migliorare il tasso di clic da parte della tua platea di riferimento.

5 consigli per aumentare i clic con un approccio psicologico strategico

Strategia e psicologia, nell’ambito dell’email marketing, vanno di pari passo: da un lato è sicuramente corretto attenersi a tutte le regole principali per la creazione di un’ottima campagna – sia a livello visivo che di contenuti – così come è essenziale curare la propria lista e segmentarla, per personalizzare il più possibile le comunicazioni inviate, dall’altro lato – però – la persuasione psicologica gioca un ruolo fondamentale.

Dunque, come puoi fare per convincere il tuo target a “seguirti”?

Vediamo insieme alcune strategie a sfondo psicologico da applicare per raggiungere questo obiettivo.

 

◼️ Stimola la curiosità

Suscitare curiosità nel lettore è un escamotage psicologico molto funzionale all’ottenimento di clic, è sufficiente infatti sfruttare il gap tra le informazioni che stai dando e quelle che il lettore vorrebbe ricevere, per assicurarti tutta la sua attenzione. Questa particolare condizione spingerà l’utente a cercare l’informazione mancante, cliccando sulla tua campagna email, per soddisfare al più presto il suo bisogno di sapere.

In termini più pratici, il nostro consiglio è di strutturare l’oggetto dell’email e i testi in modo da stimolare la curiosità del lettore, lasciando intendere che, non facendo clic, perderebbero informazioni per loro importanti.

 

◼️ Soddisfa l’ego

Se parliamo di strategie psicologiche e persuasive, non possiamo prescindere dalla consapevolezza di quanto influisca l’ego dei potenziali clienti sul loro approccio all’acquisto.
Ti starai chiedendo come sfruttare questo fattore a favore del tuo business, è semplice: è sufficiente rielaborare il testo delle tue comunicazioni, personalizzandolo e rendendolo maggiormente diretto all’interlocutore.

La tua platea di riferimento ha bisogno di sentirsi speciale per te, dunque l’accesso esclusivo a promozioni o nuovi prodotti, inciderà sul coinvolgimento e farà sì che la percentuale di clic registri un incremento notevole.

 

Email marketing: prova Infomail

 

◼️ Crea un senso di urgenza

Infondere senso di urgenza nel lettore è un sistema sempre efficace, che spinge le persone ad agire per non perdere l’opportunità di fare un vero affare. È una tattica motivatrice da utilizzare – per esempio – quando ti trovi a dover promuovere una vendita imminente: comunica alla tua platea che avrà un tempo limitato per approfittare dell’offerta, questo incrementerà di certo la velocità di clic.
In termini più concreti, potresti utilizzare un countdown o delle esortazioni verbali a far presto.

 

◼️ Fai leva sulla paura di rimanere esclusi

Strettamente connesso al senso di urgenza, troviamo un’ulteriore sfumatura di queste dinamiche emotive, ovvero la paura di essere esclusi: “Fear Of Missing Out” detta in gergo anche FOMO. Questa sensazione è molto diffusa a qualunque età, essendo innata nell’essere umano, e può essere sfruttata commercialmente per trasmettere ai lettori l’importanza della nostra offerta.
Un esempio pratico? Parlare di “posti limitati” o di “fino ad esaurimento scorte” sono escamotage in grado di toccare le leve emotive appena viste.

 

◼️ Sfrutta le testimonianze

È un dato di fatto, spesso i potenziali acquirenti – prima di fare un acquisto – vanno alla ricerca di suggerimenti e raccomandazioni provenienti da fonti per loro attendibili, come amici, coetanei o esperti di settore. Sarà capitato anche a te, prima di acquistare un prodotto online, di cercare delle recensioni da parte di utenti che hanno già sperimentato un prodotto.

La forza delle opinioni provenienti da persone estranee al brand è infatti incredibile in ottica commerciale.
Per questo, utilizzare le testimonianze di clienti all’interno delle tue campagne di email marketing è un ottimo escamotage per eliminare ogni incertezza dalla mente dei tuoi lettori.

Un’alternativa altrettanto valida è quella di documentare il numero di clienti che hanno già aderito ad un servizio o hanno provveduto ad acquistare un prodotto.

 

Vuoi mettere in pratica queste indicazioni?

Registrati subito a Infomail, per te 500 invii omaggio e il nostro supporto telefonico dedicato.

 

◼️ In conclusione

In conclusione, l’email marketing, per colpire nel segno, deve porre grande cura alla psicologia del lettore, facendo leva sull’emotività, al fine di stimolare la sua attenzione, risolvere i suoi dubbi e guidarlo verso la soluzione di un problema.

Fai appello alle emozioni della tua platea di riferimento e dai la giusta spinta alle tue campagne per vedere crescere in maniera davvero importante la percentuale di clic!

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Resta aggiornato, iscriviti alla newsletter settimanale!