email-marketing-trend 2020

Le strategie di email marketing cambiano: ecco i trend degli anni 2020

I cambiamenti degli ultimi anni, specialmente in corrispondenza dell’avvento dei social, hanno portato molto scompiglio nell’ambito dell’e-mail marketing, suscitando dubbi sul suo futuro. Tuttavia, dati alla mano, quel che emerge è un panorama decisamente rassicurante in questo senso. L’incremento dell’utilizzo degli smartphone ha reso infatti la posta elettronica ampiamente disponibile, coerentemente con la crescita esponenziale di utenti dotati di una casella e-mail.


Più della metà della popolazione mondiale utilizza la posta elettronica.  Secondo un report di Radicati nel 2019 il numero totale di utilizzatori di servizi email aveva raggiunto i 3.9 miliardi. Questa cifra rappresenta il numero degli account email attivi durante i 3 mesi della ricerca. E’ probabile che esistano altrettanti account di posta elettronica non molto frequentati.
Giusto per fare un confronto, gli utilizzatori di social media nel mondo sono circa 3.5 miliardi. Anche in questo caso il numero è imponente ma inferiore a quello degli account email.

Chi non ottiene i riscontri desiderati relativamente alla propria campagna di email marketing non può certo dare la colpa alla diffusione dei social network, quanto piuttosto deve interrogarsi sulle probabili strategie errate messe in atto.
Il punto indispensabile affinché l’email marketing continui a dare i risultati attesi – ed anzi migliori le performance – è lo stare al passo con i tempi e modulare le proprie strategie coerentemente con l’evoluzione della comunicazione online.

Alexa, leggi la mia email

ALEXA LEGGI LA MIA E-MAIL!

Tecnologia Voice ed email marketing 

Una delle evoluzioni principali, a cui ha assistito negli ultimi anni il mondo di Internet, riguarda il modo in cui gli utenti interagiscono con esso. La diffusione degli altoparlanti intelligenti come Alexa di Amazon sono l’esempio lampante di questa evoluzione.

Non si tratta, infatti, di dispositivi utili unicamente ad ascoltare la musica o a impostare un timer, bensì di tecnologie in grado di rivoluzionare la fruizione dei contenuti online, come la consultazione della posta elettronica, ad esempio. Molti professionisti, infatti, invece di leggere le proprie e-mail personalmente, le fanno leggere agli assistenti vocali per risparmiare tempo, mentre guidano o sono impegnati in altre attività.


Secondo una recente ricerca di Juniper Research, il numero di asistenti vocali triplicherà entro il 2023. Se la previsione si rivelerà esatta, in tutto il mondo ci saranno 8 miliardi di di voice assistant attivi, ovvero pi assistenti vocali che esseri umani. (Juniper Research – 2018)

Chiaramente, questo cambiamento richiede un adattamento di strategia nell’ambito dell’email marketing, in quanto viene a mancare lo stimolo visivo e l’apprendimento dei contenuti risulta unicamente legato all’ascolto.

Colori, immagini e grafica diventano completamente superflue per chi fruisce delle e-mail tramite tecnologie Voice, così come il linguaggio assume un’importanza centrale. Il testo dell’e-mail, in quest’ottica, necessita di una scorrevolezza maggiore e grande chiarezza e sintesi.

Per quanto riguarda in particolare i contributi visivi, dovendo conciliare l’esperienza classica degli utenti che continueranno a consultare la posta elettronica tramite un monitor e quella di coloro che sono già passati ad altoparlanti intelligenti, sarà indispensabile corredare ogni immagine dell’Alt Text così che vi sia continuità nella lettura e il contenuto risulti ampiamente comprensibile da tutti.

 

Intelligenza artificiale per l'email marketing

DEUS EX MACHINA 

L’intelligenza artificiale come opportunità per l’email marketing

Come abbiamo accennato, l’ingresso dell’intelligenza artificiale nelle nostre vite sta portando tantissimi vantaggi sia a livello personale che a livello professionale. Per i marketers esperti di e-mail, questa risorsa rappresenta sicuramente una grande opportunità al fine di incrementare in maniera più puntuale l’efficacia delle proprie strategie.

individuare il giusto oggetto delle proprie e-mail

Sappiamo per esempio quanto sia fondamentale ed allo stesso tempo complesso individuare il giusto oggetto delle proprie e-mail: attraverso l’intelligenza artificiale è già possibile determinare i titoli delle e-mail affinché ottengano le migliori prestazioni.

Eppure, questo – come si può immaginare – è solo il primo passo. Via via, infatti, le nuove tecnologie influenzeranno sempre più a 360° le scelte strategiche appartenenti al mondo della comunicazione, rendendo tutto più performante ed efficace.

Si prevede che nei prossimi anni la cosiddetta AI sarà in grado di formulare interi testi email e individuare il modo più corretto per impaginarli, insieme alla proposizione delle immagini più coerenti, al fine di garantire le più alte prestazioni ottenibili da una campagna di e-mail marketing.


E’ vero che noi umani siamo i soli capaci di produrre strategie e creatività ma è anche vero che solo le macchine possono analizzare, processare e produrre contenuti su vasta scala.

Allo stesso modo, le nuove tecnologie saranno di supporto per approfondire la tematica della personalizzazione verso i singoli utenti. Aiuteranno cioè ad effettuare efficaci operazioni di targeting automatizzato, basato sulle caratteristiche degli utenti, sulla loro posizione geografica o sul comportamento che essi hanno manifestato in passato.

promuovere UGC con l'email marketing

UGC RULES 

Il valore dell’autenticità nell’e-mail marketing

Con l’introduzione dei social network e ancor prima di Internet su larga scala, il tema dell’autenticità è divenuto un focus essenziale, in particolar modo tra i millennial e la generazione successiva. I consumatori, cioè, si presentano maggiormente scettici nei confronti del marketing puro e questa tendenza, con grande probabilità, andrà ad aumentare.

Questo cambiamento viene visto dai marketers come una grande opportunità di evoluzione, utile per ripensare alle modalità in cui viene pubblicizzato un dato prodotto o servizio. Una delle chiavi per garantire unicità alla propria comunicazione è utilizzare il cosiddetto User Generated Content – UGC, ovvero tutto ciò che viene creato dai fan o follower sui social network appunto, a discapito dalla comunicazione ufficiale e istituzionale preconfezionata dall’azienda stessa.


In sostanza, far sì che a promuovere e a parlare di noi sia il target in prima persona è la chiave di svolta per trasmettere autenticità.

Concretamente, alcune forme di User Generated Content nel contesto dell’e-mail marketing sono le recensioni da parte dei clienti, ovvero le peer review: i consumatori possono essere scettici rispetto a quanto dichiarato da un’azienda, ma si fidano ampiamente del parere di loro coetanei o comunque di utenti che non possiedono interesse nel parlare forzatamente bene di un brand. Per questo, applicare strategie volte ad incentivare il rilascio di opinioni a fronte di uno sconto o di una promozione è senza dubbio una pratica proficua per il nostro business.

L’email marketing è il mezzo ideale per generare e promuovere UGC. Un semplice messaggio email può includere un invito a recensire un acquisto o compilare un questionario per il monitoraggio del grado di soddisfazione.

 

email su dispositivo mobile

NEW TECHNOLOGIES = NEW OPPORTUNITIES 

E-mail marketing: l’opportunità dell’interazione 

Come abbiamo anticipato, la gran parte delle email viene consultata attraverso dispositivi mobile, come smartphone e tablet. Questa tendenza con il tempo andrà sempre più a sedimentarsi, divenendo la normalità per qualunque utente.


Il 61,9% delle email viene aperto su dispositivi mobili, il 9,8 su desktop e il 28,3 su webmail client.  Fonte Adestra “Top 10 email clients” (July 2019)

Pertanto, l’ottimizzazione delle campagne email per i dispositivi mobili è indispensabile per l’ottenimento dei risultati sperati.

 

email lette da mobile

La grande opportunità delle nuove tecnologie, oltre a rendere le e-mail a portata di mano 24 ore su 24, è la maggiore possibilità di interazione con il contenuto, rispetto alla sua fruizione da desktop. Per questo, nella formulazione della nostra campagna è essenziale sfruttare effetti interattivi capaci di risultare maggiormente coinvolgenti agli occhi degli utenti.

Effetto Rollover

Una modalità è per esempio l’inserimento di animazioni o effetti rollover predisposti in HTML.

Se nelle nostre comunicazioni prevediamo prodotti tra i quali scegliere, è possibile inserire una sorta di catalogo sfogliabile per mostrare i prodotti consigliati senza che si debba uscire dall’email, ad esempio. Questi escamotage saranno perfetti per spingere gli utenti ad interagire con i nostri contenuti.

 

Come abbiamo visto, le nuove tecnologie e l’intelligenza artificiale stanno velocemente rivoluzionando le modalità di fruizione dei contenuti email da parte degli utenti. Questi cambiamenti, tuttavia, vanno interpretati come importanti opportunità per far evolvere le nostre strategie di e-mail marketing e rimanere al passo con i tempi, per una migliore efficacia e risultati sempre più soddisfacenti.