email marketing mobile Archivi - Infomail
6 regole per ottimizzare le email per i dispositivi mobili

Le 6 regole per ottimizzare le email per i dispositivi mobili

Negli ultimi anni, l’e-mail marketing ha visto una crescita notevole, grazie all’incremento di riscontri positivi in termini di ROI, ritorno di investimento.

Questo risultato è da attribuirsi in gran parte alla diffusione esponenziale dei dispositivi mobili, che attualmente detengono il 45% in termini di apertura di e-mail sul totale della posta elettronica ricevuta: ovvero – per semplificare – quasi metà delle e-mail aperte vengono cliccate da mobile.

La portata di questo fenomeno è ancora più evidente se si considera che, pochissimi anni fa, questo dato era fermo all’11%.

Naturalmente, a tale valore positivo corrisponde un decremento delle attività da desktop. Pertanto, l’importanza dei dispositivi mobili nell’ottica di una strategia di e-mail marketing è davvero cruciale e ha portato – negli ultimi anni – gran parte delle aziende a chiedersi come procedere per uniformare il proprio mailing alle esigenze dei nuovi device tecnologici.

Prima di cogliere questo input e procedere speditamente all’ottimizzazione delle nostre comunicazioni e-mail, è bene riflettere e analizzare il business che trattiamo, unitamente al target individuato: a quale pubblico ci stiamo rivolgendo? Quali programmi e quali dispositivi usano i nostri utenti per consultare le e-mail?

Le risposte a queste domande ci consentiranno di avere un’idea più chiara su come procedere. Analizzare i dati per verificare quanti utenti – in percentuale – cliccano sulle nostre comunicazioni da mobile è essenziale.

A seconda del target – infatti – può risultare ancora preponderante la consultazione da dispositivo fisso. Qualora invece il responso converga sul mobile, è indispensabile attuare un’ottimizzazione per fare in modo che tutti gli utenti siano in grado di visualizzare correttamente le nostre e-mail.

Come si può immaginare, sono numerosi i casi di aziende che, accortisi di avere un grande traffico da mobile, hanno ritenuto indispensabile ottimizzare le proprie comunicazioni, innescando un aumento notevole della percentuale di clic sulle proprie campagne.


 

INTELLIGENCE OPERATION 🕵️

Ottimizzare le e-mail sulla base delle esigenze dei propri contatti

 

Rilevare le modalità di consultazione delle e-mail da parte del nostro target consente di progettare le nostre comunicazioni rispondendo alle sue esigenze, in modo da rendere l’esperienza di lettura più semplice e fluida possibile.

Questa personalizzazione è tutt’altro che superficiale, perché prevede la rilevazione dei client di posta utilizzati dalla nostra platea e prosegue con l’osservazione delle tecniche che essi supportano.

Ad esempio, se una grande percentuale dei nostri contatti utilizza Outlook per l’apertura delle e-mail è sconsigliabile ricorrere a immagini di sfondo, immagini animate gif o ombre sul testo, perché tale programma non supporta questi elementi, dunque non saranno visualizzati.

Se la maggior parte dei nostri iscritti invece sta aprendo la posta elettronica da iPhone, allora sarà meglio utilizzare un design responsive, più adatto a tale dispositivo.

 

UN DESIGN RESPONSIVE NON BASTA 📲

Ottimizzare le e-mail per il mobile

 

Partendo dal presupposto che oltre l’80% degli iscritti ad una newsletter dichiara di eliminare una e-mail se non si presenta bene sul proprio dispositivo mobile, è chiaro come sia diventato essenziale ottimizzare le nostre comunicazioni per non perdere una grande parte della platea di riferimento. I passaggi fondamentali devono riguardare necessariamente la leggibilità e la possibilità di interagire con il contenuto, sia da smartphone che da tablet.

Ecco alcuni suggerimenti per rendere le nostre e-mail perfette sui dispositivi mobili:

Le dimensioni del font contano

1. Utilizzare caratteri leggibili

Scegliere la giusta dimensione del testo per le proprie email e newsletter è essenziale: usare caratteri piccoli rende la lettura difficile già dal computer, immaginiamo quanto possa essere difficoltosa la fruizione da dispositivo mobile!

Per evitare di incorrere in questi problemi, è consigliabile optare per una grandezza di 14px minimo per il corpo dell’e-mail e 22px per i titoli. Fortunatamente, alcuni dispositivi ridimensionano automaticamente i testi inferiori ai 13px.

2. Creare un contenuto conciso

Il dono della sintesi è ancora più prezioso quando si tratta di ottimizzare le e-mail per mobile. Sviluppare delle comunicazioni brevi, comprensibili e accessibili, senza contenuti poco pertinenti, è la scelta migliore per facilitare la lettura della nostra e-mail da cellulari e tablet.

Ottimizzare per il mobile

3. Sviluppare un layout a colonna singola

Attualmente, molte newsletter sono ancora strutturate con una divisione in due colonne, questa scelta non è ottimale per i dispositivi mobili dove la visualizzazione prende in considerazione una sola colonna. Strutturare direttamente l’e-mail con un solo contenuto centrale fa sì che essa venga supportata in automatico anche dagli schermi più piccoli, assicurando un’efficace leggibilità.

4. Facilitare l’interazione con il pulsante della Call to action

L’obiettivo di una strategia di e-mail marketing è sempre e comunque la conversione, di qualunque tipo essa sia. Pertanto, fare in modo che la call to action risulti ben visibile anche da mobile e – soprattutto – accessibile facilmente in termini di “cliccabilità” è essenziale.

Per fare questo, deve essere visivamente in primo piano e – se è collegata ad un pulsante – esso deve rispettare una misura minima di 44px di altezza per 44px di larghezza.

Inserire più pulsanti cliccabili uno vicino all’altro è una scelta sconsigliata: da mobile questo potrebbe indurre erroneamente un utente a fare click sul link sbagliato.

5. Inserire il testo alternativo nelle immagini

Attualmente, sono molto diffuse le app che prevedono il blocco delle immagini come impostazione predefinita. Per ovviare a questo problema, se siamo soliti inserire delle immagini a supporto delle nostre comunicazioni, è essenziale ottimizzare le e-mail affinché siano visibili e comprensibili anche senza le immagini.

Una delle strategie migliori è l’introduzione dell’ALT text: quando l’immagine viene bloccata, compare il testo da noi inserito, in modo da fornire una continuità di significato al lettore.

In tutti i casi, indipendentemente dalla visibilità delle immagini, è bene assicurarsi che nelle nostre e-mail ci sia equilibrio tra parti scritte e parti visive. Questo è indispensabile per un impatto ottimale agli occhi del lettore.

6. Ottimizzare il contenuto nell’angolo in alto a sinistra dell’e-mail

Sembra un consiglio alquanto singolare ma è un aspetto davvero essenziale: molte app per mobile dedicate alle e-mail, tendono a visualizzare immediatamente il contenuto in alto a sinistra, senza fare un resize automatico dell’intera comunicazione. Pertanto, per leggere il contenuto verso destra è necessario fare scorrere l’inquadratura.

Partendo dunque dalla consapevolezza che la parte in alto a sinistra della nostra comunicazione risulterà sicuramente visibile, è bene concentrare in questo spazio le informazioni più importanti e – possibilmente – anche la call to action, affinché chi legge possa cogliere immediatamente gli aspetti salienti.


In conclusione, abbiamo visto come l’ottimizzazione delle email per dispositivi mobili sia essenziale in una strategia di e-mail marketing, sia per l’incremento della percentuale di e-mail lette da tali dispositivi, sia perché gran parte degli utenti ammette di preferire comunicazioni facilmente consultabili e di non considerare affatto la posta che non si presenta con tale requisito.

Pertanto, seguendo i consigli esposti in questo articolo, si potrà dare vita ad attività di mailing efficaci e completamente a portata di mobile.

Email marketing: mobile marketing

Delle email non si può fare assolutamente a meno: ormai è chiaro a tutti e soprattutto a chi, in qualche maniera, ha stabilito [...]