Strategie di marketing digitale in tempo di crisi Covid

Strategie di marketing digitale in tempo di crisi Covid

I momenti di crisi, per un’attività imprenditoriale, sono un’eventualità tutt’altro che rara, a maggior ragione in un periodo così complesso come il 2020, anno della pandemia e di grandi difficoltà per le attività commerciali.

Eppure, sono proprio queste le circostanze più giuste per rielaborare la propria strategia di marketing digitale, rinnovarsi e trovare nuovi sviluppi.

Se sei alla ricerca di qualche spunto per rilanciare la tua attività attraverso il marketing digitale, non perderti questo articolo!


Come rilanciare la tua attività con il marketing online

Improvvisamente senti che l’attenzione dei tuoi clienti sta diminuendo e questo comporta grandi perdite di budget, e probabilmente non ti sei mai trovato nelle condizioni di dover pensare a strategie di marketing alternative, digitale e non, o non possiedi nel team qualcuno che abbia le competenze per farlo.

Come procedere dunque per risollevare le sorti della tua attività commerciale?

Ecco 5 consigli utili per riprendere in mano la situazione e correggere la tendenza.

 

1. Coinvolgi i tuoi clienti attraverso una campagna di email marketing

Non sfruttare l’email marketing per comunicare con i clienti e con il tuo target di riferimento è un grande errore, così come utilizzare questo canale senza un’accurata, seppur semplice, strategia.

Attraverso un’attività di email marketing coordinata è infatti possibile:

◾ coinvolgere i clienti dormienti;

◾ attirare potenziali clienti;

◾ instaurare con loro relazioni fruttuose;

◾ curare nel tempo i rapporti di fiducia che vengono a crearsi;

◾ promuovere le vendite dei tuoi prodotti o servizi;

◾ innescare nel tempo un circolo virtuoso in grado di potenziare ulteriormente tutte queste dinamiche.

Se sei tra coloro che hanno sempre privilegiato il rapporto personale nello sviluppo del proprio business, attraverso appuntamenti e occasioni di incontro “fisico”, durante quest’anno così particolare avrai colto ancora di più i limiti di tali scelte.

Connettersi invece via email con i clienti e i potenziali clienti e lavorare alla diffusione del brand, attraverso un’azione trasversale e sinergica sui diversi canali web, è il giusto mix per rilanciare un’attività in crisi.

Ti stai chiedendo da dove iniziare?

Per iniziare una strategia di email marketing ti serve innanzi tutto una piattaforma di email marketing. Il mercato ne offre tante e selezionarne una può non essere facile.

Molte piattaforme per email marketing offrono automatizzazioni sofisticate, spesso molto complesse da utilizzare; altre, come Infomail, pur in possesso di tutte le funzionalità essenziali per l’email marketing, hanno puntato sull’intuitività e la semplicità di utilizzo.

Risolta la questione piattaforma, può essere molto utile creare un calendario editoriale con tutti i contenuti e le tempistiche di condivisione, da utilizzare per scandire la tua strategia di email marketing ma anche la strategia social.

Gli argomenti che tratterai nelle tue email andranno valutati con attenzione: potrai spaziare da offerte e presentazioni di nuovi prodotti, contenuti di valore, testi di aiuto, supporto e di interesse per il tuo target di riferimento, email personalizzate dedicate alle ricorrenze personali dei tuoi contatti o del tuo segmento di mercato.

 

2. Utilizza una newsletter aziendale per aggiornare i tuoi contatti

Per costruire un rapporto continuativo con il tuo target basato sulla fiducia, un mezzo utilissimo è la newsletter: la capacità di questo strumento di attirare l’attenzione e veicolare contenuti di valore per i lettori è davvero incredibile.

Ricordare periodicamente ciò che fai e come puoi essere utile con la tua esperienza è essenziale per mantenere vivo il rapporto con i tuoi utenti.

Naturalmente, la frequenza, così come i contenuti, il tone of voice e l’approccio visivo che sceglierai, dipenderanno fortemente dal tipo di platea alla quale ti rivolgi e dal tuo business.

Ad esempio, se sei solito aggiornare frequentemente il tuo catalogo prodotti, dovrai prevedere un ritmo più sostenuto negli invii, al fine di veicolare le novità come grande valore aggiunto del tuo marchio. Anche i dati demografici e le preferenze dei tuoi contatti guideranno le scelte strategiche che farai, per questo è sempre bene segmentare attentamente la lista di contatti, in modo da dare vita a comunicazioni mirate e pertinenti, che incontrino l’interesse del tuo pubblico e non lo deludano mai. O quasi mai.

Email marketing: prova Infomail

 

3. Chiedi recensioni ai tuoi clienti

Il potere delle recensioni al giorno d’oggi è altissimo e inserire nella propria strategia di marketing digitale uno step dedicato alle richieste di recensioni ai clienti è sicuramente un’ottima idea.

Si stima che la maggior parte degli utenti vada alla ricerca di recensioni di clienti precedenti, per decidere se procedere con un acquisto o meno. Oltretutto, questi tipi di testimonianze possono essere facilmente condivise sul tuo sito web e sui canali social, pertanto è certamente un escamotage che, a fronte di un investimento di tempo minimo, ti porterà grandissimi vantaggi.

Come farlo? Il modo migliore è attraverso una richiesta esplicita da inviare via email, seguita certamente da un’email di ringraziamento nella quale si può offrire uno sconto o un piccolo omaggio per il tempo dedicato. L’eventuale sconto o omaggio deve essere offerto solo dopo che la recensione è stata fatta, per non influenzare il giudizio del cliente.

Un altro vantaggio delle recensioni, certamente non secondario, è che tu stesso imparerai cosa funziona bene nella tua attività e nei tuoi prodotti e cosa può eventualmente essere migliorato.

 

4. Dedicati ai clienti esistenti con il retargeting e ai nuovi con l’advertising

Per risollevare l’andamento negativo della tua attività, un suggerimento cruciale è quello di puntare sia sui clienti esistenti con una campagna di retargeting, sia dedicarti alla ricerca di nuovi contatti con una campagna di digital advertising Google o sui social network.

Per la campagna di retargeting sarà sufficiente cercare di risvegliare con email, newsletter o una campagna sui social network diretta ai tuoi follower, il sopito interesse di coloro che un tempo erano clienti attivi.

Per quanto riguarda l’acquisizione di nuovi clienti invece, l’advertising è sicuramente una buona scelta anche se più dispendiosa rispetto a tutti i suggerimenti visti fino a questo momento.

 

Vuoi mettere in pratica queste indicazioni?

Registrati subito a Infomail, per te 500 invii omaggio e il nostro supporto telefonico dedicato.

 

Conclusioni

In questo articolo abbiamo analizzato le strategie principali per invertire la tendenza negativa in un momento di crisi per la tua attività. Lavora sul piano digital, con una buona strategia di email marketing, valutando attentamente gli investimenti pubblicitari e non tarderai a raccogliere buoni risultati!

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Resta aggiornato, iscriviti alla newsletter settimanale!